giovedì 30 ottobre 2014

Ricordi e mele

Ci sono certezze che nessuno può portarti via, piccole esperienze che odorano di scoperta, ricordi segreti che profumano di zucchero. Dolci memorie condivise con pochi, che portano in cuore sorrisi, smorfie e ghigni. Scherzi, confidenze, giochi e marachelle.

C'è solo una certezza nella vita, si chiama passato. Un passato fatto di scatti impressi nella mente, di ricordi dai colori sbiaditi, di voci lontane che ancora eccheggiano nella testa.

Raccogliendo le mele del frutteto di mio padre, immersa nel fruscio silenzioso delle foglie ormai ruggine, ascolto lo scalpìccio a tratti umido e a tratti croccante dei miei passi. La sensazione di nostalgia pervade i pensieri e poco dopo mi rivedo con mia sorella, proprio lì, nello stesso posto, a giocare a cercare i bruchi nascosti tra le foglie dei cavolfiori, a raccogliere gli ultimi pomodori rimasti nell'orto per mia madre o a scavare nella terra alla ricerca delle uova di lucertola.

Già, proprio dove mio padre faceva l'orto, adesso c'è un bellissimo frutteto di meli.

Gli anni passano, le situazioni cambiano ma il ricordo di un'infanzia pulita, piena e spensierata, il rispetto per la natura che nostro padre ci ha trasmesso, il desiderio inesauribile di scoperta e il credere nella meraviglia del mondo, resteranno per sempre piccole certezze che nessuno potrà mai portarmi via.

IL MIO STRUDEL DI MELE 


Ingredienti

Per la pasta:
220 g farina 00
1 cucchiaio di zucchero semolato
1 pizzico di sale
50 g olio di oliva
acqua
semola di grano duro (per tirare la sfoglia)

Per il ripieno di mele:
6/7 mele
1 manciata di uvetta
1 limone non trattato
zucchero semolato
pane grattugiato

Per guarnire:
miele
granella di zucchero

Come si prepara

Pasta.
Nel contenitore dell'impastatrice mescolate la farina, lo zucchero e il sale; versate l'olio e azionate il motore, continuate ad impastare aggiungendo poca acqua alla volta fino a quando tutta la farina sarà incorporata. Lavorate l'impasto fino a quando sarà omogeneo ed elastico.
Sulla spianatoia distribuite poca semola di grano duro e tirare la pasta fino ad ottenere una sfoglia sottile di circa 1 mm.

Ripieno di mele.
Grattugiate la scorza del limone e spremetene il succo.
Pelate e tagliate a tocchetti le mele, trasferitele in una terrina, spruzzatele con il succo di limone e spolveratele con lo zucchero. Unite la scorza di limone e l'uvetta, mescolate e lasciate riposare 5 minuti. Scaldate una padella e cuocete le mele senza aggiungere acqua per circa 15 minuti (questa operazione serve a farle asciugare affinché la pasta dello strudel rimanga croccante). Lasciate intiepidire e incorporate 1 o 2 cucchiai di pane grattugiato

Composizione dello strudel.
Distribuite le mele al centro della sfoglia seguendo un disegno rettangolare, ripiegate tutti i lembi verso l'interno e con un coltellino affilato incidete delle fessure diagonali sulla superficie. Diluite e un cucchiaio di miele con uno di acqua e bagnate con la soluzione lo strudel, distribuite sulla pasta una manciata di granella di zucchero e infornate a 180°C per circa 30 minuti, la pasta dovrà essere dorata e croccante).

Con questa ricetta partecipo al contest "La Mia Torta di Mele: tra sapori e tradizioni” di RicetteDalMondo.it
 


e alla raccolta "Apple,. Sweet and Salty" per Love Cooking





 



2 commenti:

  1. Ciao Valentina!!! Buonissimo il tuo strudel..lo inserisco subito!!!
    Buona giornata
    Simo

    RispondiElimina

Lasciatemi il vostro pensiero, sarò ben felice di leggere un po' di voi ...