giovedì 24 gennaio 2013

Questione di tempistiche

Ci sono giorni che trascorri con una smorfia di sorriso stampata sul viso e giorni in cui tutto ti sembra triste, violento e mesto, ci sono sensazioni che salgono al cuore senza motivo ed altre che vantano importanti giustificazioni. C'è chi ogni cosa la fa con dedizione e cura e c'è chi mette tutto insieme approssimativamente, c'è chi ama cianciare e chi diffonde sapere nell'agorà, c'è chi urla e c'è chi medita, chi studia e chi gioca.

E ci sono io, che ora sorrido e poi piango, magari senza motivo. Io che, scrupolosa come sono, dovrei curare ogni cosa minuziosamente ma invece, mi scontro spesso con risultati abborracciati; io che, avida di conoscenza, amo le battute semplici e buffe.
E ci sono io, che adesso urlo e poi medito, che ora studio ma so, che tra poco giocherò.

Non ci sono persone differenti, solo tempi diversi.


ORECCHIETTE AL BROCCOLO FIOLARO DI CREAZZO


Ingredienti per due persone

150 g pasta tipo orecchiette
1/2 Broccolo Fiolaro di Creazzo (se non lo conoscete, cliccate qui)
1 peperoncino
1/2 cipolla
sale
pepe
olio extra vergine di oliva

Come si prepara

In una pentola capiente portare a bollore dell'acqua salata e tuffarvi i "ciuffetti" separati del broccolo, che avrete già preparato lavato e mondato. Sbollentarli per 5 minuti e metterli a gocciolare in uno scolapasta (non buttate l'acqua della pentola!!). A questo punto potete buttare le orecchiette nell'acqua di cottura del broccolo e cuocerle al dente.

Nel frattempo tritare finemente 1/2 cipolla e farla rosolare in un'ampia padella, unire i broccoli e lasciare insaporire per qualche minuto rimestando spesso. Scolare la pasta e spadellarla con i broccoli, aggiustare il sapore con qualche pizzico di sale e di pepe.

Servire con del peperoncino appena macinato.



Con questa ricetta partecipo al giveaway "Stagione che passione" di LaboratorioVeg


12 commenti:

  1. Eeheheheh... quanto mi ritrovo nelle tue parole, sempre. Ci sono tempi diversi, si, ne sono convinta... Orecchiette invitantissime ma ahimè, come sai, sto evitando broccoli &co. La segno, però ;) Complimenti e un abbraccio forte, tvb :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo lo so tesoro, infatti quando ho pubblicato la ricetta ti ho pensata ... ma se hai voglia di un piatto di orecchiette perché non provarle con delle erbe di campo o della bietola? ;)
      Un abbraccione a te, bacio

      Elimina
  2. un post magnifico davvero!tutto è ciclico,tutto è inserito in tempi differenti.bellissima prospettiva!orecchiette splendide.bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lalexa, sei gentilissima!
      Un bacione a te

      Elimina
  3. Vincere. Arrivare al traguardo. Affermarsi. Nutrire il proprio ego. Compiacersi.
    Quello che si fa, ci nutre. Quello che ci nutre diventa il passato, una parte di noi. Guardando indietro vediamo la nostra immagine, che proiettiamo nel futuro. Le delusioni ci scoraggiano, a volte ci sentiamo dei broccoli, forse siamo dei broccoli. Ma i broccoli sono un ortaggio che si sta rivalutando. Meglio essere dei broccoli che un passato di verdura senza identità. Meglio proseguire verso la nostra direzione che voltarsi continuamente verso orizzonti abbaglianti ma vuoti. Meglio continuare ad inseguire e farci rincorrere. Tutto sembra triste, violento e mesto, perchè a volte il cuore filtra la realtà con le sue angosce. Ma ogni piccola gioia, ogni piccolo sorriso, illumina a nuovo ogni cosa, le forme cambiano e con esse cambia il nostro umore, nuova luce illumina il nostro cuore. Il verde dei broccoli diventa un colore meraviglioso. Il sapore dei broccoli esprime sfumature impensabili. La vita prosegue tra le pieghe del cuore, rivolta verso la gioia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le metafore che utilizzano gli alimenti mi fanno un po' sorridere :) ma mi piace molto il pensiero che hai avuto.

      Elimina
  4. Torno fresca fresca da uno dei miei corsi vegetariani, ieri sera dedicato ai broccoli e alle crucifere e dove abbiamo parlato di questo Broccolo Fiolaro che mi ha proprio incuriosito, quindi credo che dovresti organizzare qualche spedizione alle tue colleghe blogger ;-)E comunque sai, esistono persone diverse... vero che sono diversi i momenti, ma le reazioni di fronte ai momenti fanno la diversità... Per fortuna e grazie a Dio. Un grande bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido quello che hai detto Lara, la reazione fa la differenza e la reazione cambia gli eventi.
      Oddio, davvero al corso hanno parlato anche del Broccolo Fiolaro? :) Mi devi assolutamente raccontare quale ricetta avete fatto, ok?

      Un bacione a te cara,
      buon weekend!

      Elimina
  5. Ma va.. Chissà perché mi ci rispecchio in pieno..
    Ho sempre adorato le orchiette. Chissà che bontà :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici! ;)
      Buon fine settimana piccola

      Elimina
  6. Tesoro hai proprio ragione...mi ritrovo nelle tue parole! Le tue orecchiette sono una meraviglia, adoro i broccoli...quello fiolaro non lo conosco, l'ho visto per la prima volta nel tuo blog...Spero di provarlo un giorno!
    Ti aspetto per il contest!
    Un bacio e buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il broccolo fiolaro è un prodotto vicentino, difficile trovarlo altrove purtroppo. Te lo farei avere io se non fosse così deperibile, sarei curiosissima di vedere quali prelibatezze sforni ;)
      Ciao tesorino, buona serata a te
      Ti scrivo dopo :)
      Un bacio

      Elimina

Lasciatemi il vostro pensiero, sarò ben felice di leggere un po' di voi ...